PRACCHIA:

LA PORTA DELLA MONTAGNA

L'INIZIATIVA

PUNTO DI RACCORDO TRA TERRITORI

…la valorizzazione turistica del territorio attraversato da una linea Ferroviaria “a bassa velocità” in linea con le moderne forme di turismo slow.

Fulcro del progetto la valorizzazione e la promozione della storica linea ferroviaria Porrettana, che dal 1864 collega Pistoia con Porretta Terme attraverso un percorso difficile, tortuoso ma eccezionalmente bello, che si snoda lungo l’Appennino Tosco Emiliano a cavallo tra Toscana ed Emilia Romagna, una strada ferrata che è in possesso di tutte le caratteristiche per poter essere un importante ed interessante prodotto turistico, grazie alle tante ricchezze che il nostro Appennino è in grado di offrire. In questo contesto – individuando la ferrovia come uno degli assi fondamentali per l’accesso al territorio – si evidenzia la centralità e l’importanza di Pracchia che grazie proprio alla presenza della stazione diventa una vera e propria porta della Montagna Pistoiese, soprattutto alla luce del fatto che per merito del Progetto Porrettana Express, che da quest’anno ha riportato i treni storici sulla

nostra montagna, la valorizzazione turistica del territorio attraversato da una linea Ferroviaria “a bassa velocità” risulta funzionale con le moderne forme di turismo slow, in forte evoluzione sia in Italia che in Europa, permettendo quindi di sviluppare nuove proposte di fruizione del territorio, indispensabili per rilanciare l’economia montana, lavorando insieme alla costruzione di prodotti turistici votati alla scoperta di un territorio tutto da vivere e quindi in grado di garantire ai turisti un’ospitalità e una serie di offerte davvero di prim’ordine, anche grazie ad una tradizione enogastronomica fatta di prodotti tipici e ricette tradizionali. Senza considerare, in aggiunta, gli interessanti percorsi culturali, la possibilità di praticare numerosi sport all’aria aperta e un patrimonio artistico e culturale di assoluto valore.